Monet ed il Giappone

Il Giappone fu per Monet ciò che l’Africa fu per Picasso e l’Oriente fu per Matisse. Subì il fascino dell’Arte giapponese colpito dalla freschezza decorativa e dai rapidi contrasti di toni chiari e scuri.

Sappiamo che il mercato giapponese rimase chiuso per secoli e venne riaperto solo nel 1853, quando una squadra navale americana penetrò con la forza nella baia di Uraga. Il Giappone fu costretto ad accettare di avere contatti con gli stranieri ed a commerciare con tutti i Paesi esteri. Fu così che le prime stampe giapponesi giunsero in Occidente con l’aspetto di carta per imballaggio…… Read More Monet ed il Giappone

Annunci

Baia di Toyama: lo spettacolo dei Watasenia scintillans, ossia…

i calamari che si illuminano e che la gente locale chiama: hotaruika da hotaru/lucciola e ika/calamaro. Proprio in questo periodo e fino a giugno, ogni notte la baia di Toyama in Giappone si illumina di blu cobalto, grazie a questa specie di calamari bioluminescenti che proprio in questo periodo si accoppiano e durante la notte salgono in superficie per deporre le uova. Uno spettacolo unico e suggestivo, che lascia i turisti a bocca aperta…… Read More Baia di Toyama: lo spettacolo dei Watasenia scintillans, ossia…

Shuni-e: una storia che risale a più di 1260 anni fa

Shuni-e (cerimonia del secondo mese) è una cerimonia buddista che si svolge annualmente, presso alcuni templi giapponesi, dal 1 Marzo all’alba del 15 Marzo, secondo il calendario lunisolare, per dare il benvenuto alla primavera.

Il nome ufficiale della cerimonia Shuni-e è Juichimenkeka, e durante questo evento, i monaci buddisti della setta chiamata rengyoshu si pentono dei peccati inchinandosi davanti alla dea della misericordia Kannon…… Read More Shuni-e: una storia che risale a più di 1260 anni fa

Indietro nel tempo in Giappone: Epoca Jòmon

L’Epoca Jòmon è il periodo di storia giapponese che va da circa il 10000 a.c. al 300 a.c., periodo temporale molto vasto; si può quindi affermare che non sono esistiti un popolo ed una cultura Jòmon, ma più popoli che gli archeologi accomunano in relazione all’utilizzo di tecniche particolari comuni (specialmente la tecnica della produzione della ceramica).

Gli insediamenti Jòmon si trovavano per lo più in riva al mare o presso la foce dei fiumi e vivevano di caccia e di pesca…… Read More Indietro nel tempo in Giappone: Epoca Jòmon

Ikigai – La ragione della propria esistenza

“Il senso della vita è quello di trovare il vostro dono.
Lo scopo della vita è quello di regalarlo.”
Pablo Picasso

Ikigai è una parola giapponese convenzionalmente tradotta nella nostra lingua come “la ragione della propria esistenza”. 

Nella cultura zen, lineare e pulita, si cerca di assegnare un posto ad ogni cosa, tutto ha un proprio equilibrio ed ecco che avere un motivo che dà un senso alla propria esistenza è, per i giapponesi, fondamentale per essere felici. Secondo questo popolo, ognuno di noi possiede il proprio ikigai, resta indispensabile scoprirlo…… Read More Ikigai – La ragione della propria esistenza

Kinro kansha no hi – La festa del ringraziamento e non solo…

Ed eccoci ad un’altra ricorrenza festeggiata durante il mese di Novembre in Giappone, precisamente il 23, si tratta del Kinrou Kansha no Hi, kinrou = lavoro  – Kansha = gratitudine.

Questa festa affonda le sue radici centinaia e centinaia di anni fa, infatti si tratta della versione moderna del Niiname-sai.  Il Niiname-sai è un rituale shintoista che si tiene entro la fine di novembre, durante il quale l’Imperatore fa la prima offerta della stagione del riso seminato e raccolto e, per primo, consuma il riso nuovo. Quindi, la ragione principale della celebrazione è in qualche modo diversa, anche se si tratta sempre di una sorta di ringraziamento per il buon raccolto ottenuto…… Read More Kinro kansha no hi – La festa del ringraziamento e non solo…

Shichi-Go-San

Eccoci a parlare di un’altra festa che si celebra durante il mese di Novembre: Shichi-Go-San.

Tre…Cinque…Sette…

Non stiamo ripassando i numeri dispari, ma stiamo conoscendo questa festa molto significativa che, in Giappone, è legata alle fasi di crescita di ogni bambino.

Sicuramente nel paese del sol levante i numeri dispari sono considerati numeri fortunati, ma in questo caso:..… Read More Shichi-Go-San

Bunka No Hi

In Giappone, Novembre è un mese dove “cadono” parecchie ricorrenze; oggi parliamo di Bunka No Hi, ossia la Giornata della Cultura, celebrata il 3 di Novembre e durante la quale: non si va al lavoro, non si va a scuola e gli uffici pubblici rimangono chiusi.

Durante questa giornata si onora la cultura tradizionale giapponese e si promuovono l’amore per la libertà e la pace sancito dalla costituzione giapponese, che è stata ufficialmente adottata il 3 novembre 1946, alla fine della Seconda guerra mondiale; nello stesso giorno, due anni dopo – 1948 – si è costituita la Giornata della cultura…… Read More Bunka No Hi